27 aprile 2006

Italiani a pecorella...


Oggi, quasi sotto il silenzio generale dei mass-media, il processo SME a Silvio Berlusconi è stato di fatto "abolito".

Berlusconi è (anzi era) accusato di corruzione al giudice Squillante per l'acquisto della SME (non entro nel dettaglio). Insomma corruzione. Il processo era stato interrotto già nel 2003 grazie al "Lodo Schifani", ovvero la legge che rende improcessabile le più alte cariche dello Stato (Presidente del Consiglio, Presidente della Repubblica, Presidente della Corte Costituzionale, Presidente della Camera e Presidente del Senato).


Poi la la suddetta legge fu dichiarata incostituzionale dalla Corte Costituzionale, perchè violava l'articolo 3 della Costituzione Italiana.

"
Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.
"

Un articoletto da niente diciamo...

Il processo è quindi ricominciato, è andato avanti, e nel 2004 è stato "assolto" in primo grado nel 2004.

Riporto uno spezzone della sentenza:

"...visto l'articolo 531 CPP dichiara non doversi procedere nei confronti di Berlusconi Silvio in ordine al reato di corruzione ascrittogli al capo A) limitatamente al bonifico in data 06-07 marzo 1991 perché, qualificato il fatto per l'imputato come violazione degli articoli 319 e 321 C.P. e riconosciute le circostanze attenuanti generiche, lo stesso è estinto per intervenuta prescrizione;..."

In sostanza Berlusconi ha fatto un bonifico al giudice, riconosciuto colpevole di corruzione, ma il reato è prescritto, cioè silvio non è condannabile perchè è passato troppo tempo.

I Pubblici Ministeri (cioè l'accusa) fanno allora ricorso in Appello (il secondo grado di giudizio previsto dalla legge Italiana). E qui interviene allora il colpo di genio della CDL (Casa dei Ladroni). A Gennaio 2006 passa in parlamento la legge Pecorella (no, non sto scherzando, si chiama davvero così), detta anche legge sull'inappellabilità. La legge in breve dice che, se un imputato è stato assolto in primo grado, l'accusa può fare solo ricorso in Cassazione. Se l'imputato viene condannato, allora l'accusa può fare due ricorsi, in Appello e in Cassazione.

"Per capirci, pensiamo ad una partita di calcio fra la squadra della Boccassini [Il pubblico ministero, l'accusa per capirci, ndd = nota di da`] e la squadra di Previti. Se alla fine del primo tempo vince la Boccassini, Previti può giocare il secondo tempo e i tempi supplementari. Se invece nel primo tempo vince Previti, per rifarsi la Boccassini avrà solo i supplementari, niente secondo tempo.

Se davvero succedesse questo nel campionato di calcio ci sarebbero le barricate. Anche Mediaset scenderebbe in piazza perché potrebbe trasmettere solo un pezzo della partita. Ma quel che è impensabile per un gioco è la nuova realtà del processo italiano."

Questa è l'analisi terra terra del buon Beppe Grillo

Per tale legge, la legge Pecorella, il processo a Berlusconi è stato "fermato", "abolito", non so il termine esatto, me lo farò dire da qualcuno più esperto di me.

La legge Pecorella sancisce la "trasformazione del giudizio di Cassazione (che dovrebbe decidere esclusivamente sulla buona applicazione della legge) in un terzo grado di giudizio di “merito”, ossia di riesame dell’intera attività processuale svolta in precedenza."

Con il conseguente aumento della durata, già enorme, dei processi in Italia.

Considerando poi che con un'altra leggina ha accorciato i tempi di prescrizione, cioè i tempi oltre i quali, anche se colpevole, un imputato non può essere condannato.

In sostanza, si tratta dell'ennesima legge per salvare il padrone. E rispondo in anticipo a chi,"a difesa della verità", mi parlerà di magistratura comunista, toghe rosse e di ste solite cose.
Se silvio fosse davvero innocente, farebbe tante leggi per salvarsi ai processi???
Il suo interesse principale sarebbe quello di dimostrare la sua innocenza; ma siccome, in vari processi, le prove contro di lui sono schiaccianti, preferisce farsi le leggine ad personam.

Invece preferisce stravolgere il codice penale, con "effetti secondari" non indifferenti, come la sospensione di altri processi in corso...clicca qua

E gli italiani, invece di scandalizzarsi, di indignarsi, di incazzarsi, se ne fottono, tanto stasera c'è la finale del Grande Fratello... Vorrei tanto vedere scene come quelle del 1993, quando Craxi fu solo accusato di corruzione, e la gente gli urlava "ladro! ladro! ladro!" oppure "chi non salta socialista è" oppure ancora "vuoi pure queste, Bettino vuoi pure queste, vuuuooooii puuuree queeesteeeee, Bettino vuoi pure queeeste" sventolando banconote da 1000 lire...

Tirando le somme, berlusconi si fa le leggi, e noi italiani a Pecorella....

© - da` - http://palumbus.blogspot.com

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Non ti meravigliare di questo silenzio, metà degli italiani ha cotato la sua coalizione (poco meno del 50%) quindi è solidale con lui...
L'unica speranza è il restante 50% degli italiani, che si spera non affidino solo alla tv il compito di informarli...

tosca ha detto...

Se gli italiani continueranno a scegliere i governanti sulla base dell'immagine del leader o della sua forza di coercizione ci ritroveremo sempre più venditori di aspirapolveri e sempre meno politici capaci, che in fin dei conti è quello che si merita l'italia

La parte sana di questa nazione, chi ancora ha un residuo di dignità ha dovuto inghiottire forzatamente questa minestra immonda, questo brodo nauseabondo, per cinque anni. Cinque lunghi anni delle sue frasi demenziali, dei suoi gesti da guitto, dei deliri dei suoi scagnozzi, per lo più i suoi avvocati prestati alla politica solo per fare i suoi interessi; Cinque anni di stravolgimento delle Costituzione, di leggi ad personam, e contro i cittadini onesti, cinque anni di Tg asserviti, cinque anni di volgarità ed offesa alla democrazia. E di tante altre cose.

per i suoi interessi, non ha esitato a fare scempio della democrazia, della Costituzione, dei rapporti tra Istituzioni, della convivenza civile.
Questo è accaduto in Italia dal 2001 ad oggi

© - ^Gelor0x^ - Anche se tutti, noi no! ha detto...

Ma se nel 2001 l'Italia lo ha eletto un motivo ci sarà no? Oppure è riuscito a fare un macumba anche nelle elezioni del 2001?

da` ha detto...

si c'è un motivo...nel 2001 rifondazione non correva con l'ulivo...
il totale dei voti della sinistra era superiore ai voti della CDL, ma nessuno a sinistra gridò allo scandalo quando vinse Berlusconi...

e poi Berlusconi regalava sogni, promesse, belle parole, e nel 2001 era plausibile votarlo...gli si poteva dare una chanche...ora chi l'ha votato è perchè non sa ...